-Vangelo di Luca -
Pastorale Natalizia -. Zampogne abruzzesi
In quei giorni avvenne che uscì un editto di Cesare Augusto che
ordinava il censimento di tutto l’Impero. Questo primo cen...
E tutti andavano a farsi registrare, ciascuno nella propria città. Salì
dunque anche Giuseppe dalla Galilea, dalla città d...
Ora accadde che, mentr’essi erano là, si compì il tempo in cui Maria
doveva partorire: e diede alla luce il suo figlio pri...
In quella stessa contrada c’erano dei pastori, i quali pernottavano alla
campagna e vegliavano la notte a guardia del loro...
Ed un Angelo del Signore apparve sopra di loro, e la gioia del Signore
li circondò di Luce; e furono presi da gran timore....
“ Non temete perchè’, ecco, vi annunzio una grande gioia che sarà per
tutto il popolo! Oggi, nella città di Davide è nato ...
E ad un tratto si unì all’angelo uno stuolo numeroso dell’esercito
celeste che lodava Dio e diceva:
“Gloria a Dio nei ciel...
Appena gli Angeli partirono da essi verso il Cielo, i pastori si dissero
tra loro “Andiamo dunque fino a Betlemme e vediam...
Dopo aver veduto, poi, fecero conoscere quel che era stato loro detto
di quel bambino; e tutti coloro i quali li ascoltava...
Maria, poi, conservava con cura tutte queste cose, meditandole in
cuor suo. Ed i pastori se ne tornarono glorificando e lo...
dianabreton@gmail.it – www.gabriellla.it (3 L)
of 12

Natale Dal Vangelo Di L Bis

Published on: Mar 3, 2016
Published in: Spiritual      Entertainment & Humor      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Natale Dal Vangelo Di L Bis

  • 1. -Vangelo di Luca - Pastorale Natalizia -. Zampogne abruzzesi
  • 2. In quei giorni avvenne che uscì un editto di Cesare Augusto che ordinava il censimento di tutto l’Impero. Questo primo censimento fu fatto mentre Quirino era governatore della Siria.
  • 3. E tutti andavano a farsi registrare, ciascuno nella propria città. Salì dunque anche Giuseppe dalla Galilea, dalla città di Nazaret, verso la Giudea alla città di Davide che si chiama Betlemme (…) per farsi registrare assieme a Maria sua sposa., la quale era incinta.
  • 4. Ora accadde che, mentr’essi erano là, si compì il tempo in cui Maria doveva partorire: e diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse nelle fasce e lo depose in una mangiatoia perché non c’era per essi posto nell’albergo.
  • 5. In quella stessa contrada c’erano dei pastori, i quali pernottavano alla campagna e vegliavano la notte a guardia del loro gregge.
  • 6. Ed un Angelo del Signore apparve sopra di loro, e la gioia del Signore li circondò di Luce; e furono presi da gran timore. Ma l’Angelo disse loro ;
  • 7. “ Non temete perchè’, ecco, vi annunzio una grande gioia che sarà per tutto il popolo! Oggi, nella città di Davide è nato a voi un salvatore, che è il Messia, il Signore. E questo vi sia di segno; troverete un bambino avvolto in fasce e deposto in una mangiatoia”.
  • 8. E ad un tratto si unì all’angelo uno stuolo numeroso dell’esercito celeste che lodava Dio e diceva: “Gloria a Dio nei cieli altissimi, e pace in terra agli uomini di buona volontà”
  • 9. Appena gli Angeli partirono da essi verso il Cielo, i pastori si dissero tra loro “Andiamo dunque fino a Betlemme e vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere!” E si avviarono in fretta, e trovarono Maria, Giuseppe, ed il bambino nella mangiatoia.
  • 10. Dopo aver veduto, poi, fecero conoscere quel che era stato loro detto di quel bambino; e tutti coloro i quali li ascoltavano, si meravigliavano di ciò che raccontavano loro i pastori.
  • 11. Maria, poi, conservava con cura tutte queste cose, meditandole in cuor suo. Ed i pastori se ne tornarono glorificando e lodando Dio per tutto cio che, secondo ciò che era stato lor detto, avevano udito e veduto.
  • 12. dianabreton@gmail.it – www.gabriellla.it (3 L)

Related Documents