1
NOTA ERETICA
Caro lettore è inutile pentirsi, gli inferi comunque ti
attendono. Questione di tempo, solo di tempo e prest...
perdizione non provarci perciò nemmeno a redimerti:
questo libro non ti darà tregua, asciugherà le lacrime
della tua cosci...
MANUALE DELL’ERETICO
ovvero
breviario ad uso pratico dell’
aspirante apostata
4
of 4

Preview Non desiderare la donna d'altri

Published on: Mar 4, 2016
Published in: Education      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Preview Non desiderare la donna d'altri

  • 1. 1
  • 2. NOTA ERETICA Caro lettore è inutile pentirsi, gli inferi comunque ti attendono. Questione di tempo, solo di tempo e presto verrai anche tu a trovarmi tra i rovi: ti aspetto con voluttuosa impazienza. Non desideri infatti la felicità? Sappi allora che la parola felicità è da sempre una bestemmia e chi la pronuncia più di un peccatore; non importa che poi tali individui siano i migliori, rimangono comunque dannati. Eternamente perduti. Andarci all'Inferno non è tanto complicato, basta amarla la vita. E magari godersela un poco. Potrai anche essere una brava persona, ma una volta sottratto al dovere della croce, finisci lo stesso per chiaccherare con qualche simpatico diavoletto. Fattene dunque una ragione, i viziosi come te ancora non mancano di suscitare lo sdegno, e gli anatemi dei predicatori di turno. Di tutti gli ammorbatori dell'esistenza (altrui). Non hai più scampo, sono inutili le lacrime ed è superflua ogni confessione. Ma tu fregatene e impara invece ad assaporarlo l'odore dello zolfo, abìtuati a godere del peccato; gli altri sono già morti, solo che non lo sanno! Solo che non lo vogliono sapere. Non la senti forse la puzza dell'incenso, i vapori maleolenti della morale? Non ti tormenta la nausea di una simile inquisizione? Ora che sei ad un passo dalla 2
  • 3. perdizione non provarci perciò nemmeno a redimerti: questo libro non ti darà tregua, asciugherà le lacrime della tua coscienza e inebrierà col vino i suoi rimorsi; di tentazione in tentazione ti trascinerà tra i demoni dell'inconscio più blasfemo, dove non si aprono che le temute porte del male. Sarai però in buona compagnia, a occhio e croce di tutti quelli che hanno fatto qualche cosa di buono. Di quelli che avranno avuto il coraggio della felicità. E nel suo piccolo anche del sottoscritto, la cui anima è irrimediabilmente perduta. Eternamente dannata. Dandoti appuntamento laddove gli apostati bruciano da millenni, la speranza è che questo piccolo vangelo possa aiutarti, caro lettore, nella definitiva discesa. Nella tua ultima conversione. A damnatio memoriae... l'autore 3
  • 4. MANUALE DELL’ERETICO ovvero breviario ad uso pratico dell’ aspirante apostata 4