“ Le distanze tra le persone la prossemica” Hall ha osservato che la distanza tra le persone è correlata con la distanza f...
<ul><li>Uno dei maggiori studiosi di prossemica è Edward T. Hall nel cui libro ‘La dimensione nascosta” esamina cosa siano...
<ul><li>In particolare uno studio effettuato sui topi fatti proliferare all’interno di uno spazio diviso in settori ha mos...
La ‘distanza intima’ implica un alto grado di coinvolgimento perché tutte le percezioni sensoriali si acuiscono. Nella fas...
A questa distanza la voce è un sussurro e serve a richiamare nell’altro emozioni e sentimenti. Mantenere questa distanza i...
La ‘distanza personale’ è quella rispettata dai membri di una società che si ispira al non-contatto: la fase di vicinanza ...
Nella fase di lontananza che conta dai 75 ai 120 cm la soglia è posta appena oltre la possibilità di toccare l’altro allun...
“ La distanza sociale” <ul><li>Nella fase di vicinanza della ‘distanza sociale’ (da 1.20 a 2.10 m.) si trattano gli affari...
“ La distanza sociale ” <ul><li>Infine è una distanza che permette anche a persone che vivono nella stessa casa e sono nel...
“ La distanza pubblica” <ul><li>Infine nella ‘distanza pubblica’ (da 3.60 m. in poi) un individuo può fuggire o cercare di...
of 10

La Prossemica

Descrizione sulle varie distanze, secondo la ricerca di Hall
Published on: Mar 4, 2016
Published in: Entertainment & Humor      Business      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - La Prossemica

  • 1. “ Le distanze tra le persone la prossemica” Hall ha osservato che la distanza tra le persone è correlata con la distanza fisica, ha definito e misurato quindi quattro &quot;zone&quot; interpersonali: La distanza intima (0-45 cm ) La distanza personale (45-120 cm) per l'interazione tra amici. La distanza sociale (1,2-3,5 metri) per la comunicazione tra conoscenti o il rapporto insegnante-allievo. La distanza pubblica (oltre i 3,5 metri) per le pubbliche relazioni. Nel libro &quot; La dimensione nascosta &quot;, Hall osservò che la distanza alla quale ci si sente a proprio agio con le altre persone vicine dipende dalla propria cultura: i sauditi, i norvegesi, gli italiani ed i giapponesi hanno infatti diverse concezioni di vicinanza.
  • 2. <ul><li>Uno dei maggiori studiosi di prossemica è Edward T. Hall nel cui libro ‘La dimensione nascosta” esamina cosa siano lo spazio personale e sociale e come l’uomo li percepisca. Nel suo testo spiega come negli animali siano rigidamente codificate e geneticamente trasmesse le informazioni relative agli spazi da mantenere. </li></ul>La prossemica di Edwars T.Hall
  • 3. <ul><li>In particolare uno studio effettuato sui topi fatti proliferare all’interno di uno spazio diviso in settori ha mostrato come in situazioni di affollamento l’ordine e le gerarchie si sovvertano producendo quella che è stata definita “la fogna del comportamento”, in cui gli elementi malsani del gruppo sociale raggiungono un livello parossistico. </li></ul>La prossemica di Edwars T.Hall
  • 4. La ‘distanza intima’ implica un alto grado di coinvolgimento perché tutte le percezioni sensoriali si acuiscono. Nella fase di vicinanza si può raffigurare come la distanza della lotta o al contrario, dell’amplesso, mentre in quella di lontananza (da 15 a 45 cm.) il capo, le cosce e le parti pelviche non si toccano facilmente come prima, ma le braccia possono afferrare con facilità l’altro e sono visibili con dovizia di particolari tutti i particolari del volto dell’altro. “ Distanza intima”
  • 5. A questa distanza la voce è un sussurro e serve a richiamare nell’altro emozioni e sentimenti. Mantenere questa distanza in pubblico è considerato disdicevole dagli americani e quando ciò possa avvenire in un bus affollato è regola delle società che seguono la regola del non-contatto che istintivamente si irrigidisca il corpo e ci si ritragga se avviene il contatto con un altro corpo. Al contrario in Medio Oriente è normale, e non desta alcun fastidio, essere toccati, sfiorati o urtati per la strada da estranei. “ Distanza intima”
  • 6. La ‘distanza personale’ è quella rispettata dai membri di una società che si ispira al non-contatto: la fase di vicinanza va dai 45 ai 75 cm., distanza entro la quale si potrebbe, volendo, allungare un braccio e afferrare l’altro. Questa distanza, che rappresenta un po’ la “bolla”, può essere infranta solo da persone in contatto con il soggetto come un coniuge, mentre non è valicata dagli estranei. “ La distanza personale”
  • 7. Nella fase di lontananza che conta dai 75 ai 120 cm la soglia è posta appena oltre la possibilità di toccare l’altro allungando la propria mano. A questa distanza si può ancora discutere di argomenti personali ma la forza della voce è moderata e non si percepisce il calore del corpo dell’altro, cosa in grado di instaurare intimità o mettere a disagio gli altri. “ La distanza personale”
  • 8. “ La distanza sociale” <ul><li>Nella fase di vicinanza della ‘distanza sociale’ (da 1.20 a 2.10 m.) si trattano gli affari sociali e gli incontri occasionali. E’ la distanza più usata tra persone che lavorano assieme, mentre la fase di lontananza è quello entro la quale si svolgono incontri formali (da 2.10 a 3.60 m.) oppure che permette alle persone che lavorano a contatto col pubblico di svolgere le proprie mansioni senza essere obbligate alla conversazione. </li></ul>
  • 9. “ La distanza sociale ” <ul><li>Infine è una distanza che permette anche a persone che vivono nella stessa casa e sono nella stessa stanza di impegnarsi in conversazioni brevi e tornare poi a dedicarsi alla propria attività preferita. </li></ul>
  • 10. “ La distanza pubblica” <ul><li>Infine nella ‘distanza pubblica’ (da 3.60 m. in poi) un individuo può fuggire o cercare di difendersi se subisce una minaccia mimando la reazione di fuga istintiva animale, la voce è alta e i contenuti sono formali, mentre una ‘bolla’ di oltre 7 metri è quella che si stabilisce attorno ad importanti personaggi pubblici che devono aumentare mimica, tono e volume della voce per essere apprezzati, oltre a puntare molto sulla gestualità e il linguaggio del corpo. </li></ul>

Related Documents