NATALEFesta dei Cristiani
 Il Natale è la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù("Natività"). Cade il 25 dicembre (il 7 gennaio nelle C...
ABITUDINI NATALIZIE IN ITALIA• Il Natale è una festa accompagnata da diverse tradizioni, sociali e religiose, spessovariab...
 Babbo Natale, presente in molte culture, è unvecchio con la barba bianca che distribuisce i doniai bambini, di solito la...
• l Panettone ѐ un tipico dolce milanese, associato alle tradizionigastronomiche del Natale ed ampiamente diffuso in tutta...
• Ilpandoroèuntipicodolceveronese,chevieneconsumatosoprattuttodurantelefestivitànatalizie.Insiemealpanettoneèunodeidolcina...
 Molte tradizioni natalizie sono infine legatealla musica (canti natalizi come Tu scendi dallestelle e Jingle Bells), a p...
Le abitudini nataLizie dei SerbiA Natale i Cristiani seguono molti cultireligiosi. Gli ortodossi di mattina hanno lalitur...
• Бадњак• La celebrazione del Natale, per gli ortodossi a comepredecessori Туциндан e Бадњи дан. Туциндан e il gironoquand...
• Божићно дрвце (Albero di Natale)• Јаслице (Una sorta di presepe)• Anche se il decoramento dell’albero Natalizo e unatrad...
• Чесница e un dolce considerato moltoimportante. Preparato da farina bianca, conacqua e grasso senza lievito. Чесница sii...
of 11

Natale 2003 finale

Published on: Mar 3, 2016
Published in: Education      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Natale 2003 finale

  • 1. NATALEFesta dei Cristiani
  • 2.  Il Natale è la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù("Natività"). Cade il 25 dicembre (il 7 gennaio nelle Chieseortodosse slave e copte che adottano il calendario giuliano). Il termine deriva dal latino natalis, che significa "relativo allanascita".
  • 3. ABITUDINI NATALIZIE IN ITALIA• Il Natale è una festa accompagnata da diverse tradizioni, sociali e religiose, spessovariabili da paese a paese.• Tra i costumi, le pratiche e i simboli familiari del Natale è possibile ricordare il presepe,lalbero natalizio, la figura di Babbo Natale, il calendario dellAvvento, lo scambio diauguri e di doni• Il presepeIl presepe (o presepio) è una rappresentazione della nascita di Gesù,derivata da tradizioni medievali. Il termine deriva dal latino praesaepe,composto da prae (innanzi) e saepes (recinto), ovvero luogo che ha davantiun recinto. Il presepe varia da regione a regione, per ovvi motivi culturali.Possiamo ricordare a tal proposito il presepe genovese che si realizza conpersonaggi in legno, il presepe pugliese che utilizza la carta pesta, ilpresepe siciliano realizzato con laggiunta di prodotti tipici siciliani comerami darancio e di mandarino tutti tipici della Sicilia.
  • 4.  Babbo Natale, presente in molte culture, è unvecchio con la barba bianca che distribuisce i doniai bambini, di solito la sera della vigilia di Natale. Lalbero di Natale (di solito un abete), addobbatocon piccoli oggetti colorati, luci, festoni, dolciumi,piccoli regali impacchettati e altro. Le originivengono in genere fatte risalire al mondo tedesconel XVI secolo, sulla base di preesistentitradizioni cristiane e pagane.
  • 5. • l Panettone ѐ un tipico dolce milanese, associato alle tradizionigastronomiche del Natale ed ampiamente diffuso in tutta Italia.È ottenuto da un impasto lievitato a base di acqua, farina, burro,uova o anche tuorli, al quale si aggiungono frutta candita,scorzette di arancio e cedro in parti uguali, e uvetta.• Il cuoco al servizio di Ludovico il Moro fu incaricato dipreparare un sontuoso pranzo di Natale a cui erano stati invitatimolti nobili del circondario, ma il dolce, dimenticato nel forno,quasi si carbonizzò. Vista la disperazione del cuoco, Toni, unpiccolo sguattero, propose una soluzione: «Con quanto èrimasto in dispensa – un po di farina, burro, uova, della scorzadi cedro e qualche uvetta – stamane ho cucinato questo dolce.Se non avete altro, potete portarlo in tavola. Da allora è il "panedi Toni", ossia il "panettone“.
  • 6. • Ilpandoroèuntipicodolceveronese,chevieneconsumatosoprattuttodurantelefestivitànatalizie.InsiemealpanettoneèunodeidolcinatalizipiùtipiciinItalia.Lapastaèsofficeedicoloredoratoperlapresenzadelleuova,eprofumadivaniglia.Laformaèatroncodicono,conrilieviaformadistella,disolitoadottopunte.Fragliingredientisiannoverano:farina,zucchero,uova,burro,burrodicacaoelievito.
  • 7.  Molte tradizioni natalizie sono infine legatealla musica (canti natalizi come Tu scendi dallestelle e Jingle Bells), a particolari piante(lagrifoglio, il vischio, la stella di Natale) epietanze sia dolci (panettone, pandoro e altridolci natalizi) che salati (zampone, cotechino),spesso con forte variabilità da regione aregione.
  • 8. Le abitudini nataLizie dei SerbiA Natale i Cristiani seguono molti cultireligiosi. Gli ortodossi di mattina hanno laliturgia, con la comunione, per poi ritornare acasa dove gli aspetta un pranzo Natalizioabbondante. Questo giorno trascorre incompagnia di un “inserviente” (un ospitescelto- spesso un bimbo maschiobattezzato).
  • 9. • Бадњак• La celebrazione del Natale, per gli ortodossi a comepredecessori Туциндан e Бадњи дан. Туциндан e il gironoquando si prepara la печеница. Бадњи дан (la Vigilia diNatale) ha preso il nome dal бадњак (quercia) che si taglia ilgiorno della Vigilia e si porta a casa.• Il giorno della Vigilia ci si alza presto, mentre le donnepreparano il pranzo Natalizio, abbeliscono la casa eprepramano la cena senza carne, visto che questa e richiestodalla tradizione. Si mangiа pesce piu che altro con pane la cuigrandezza simbolizza la prosperita nell’anno a venire. Tempofa, gli uomini mettevano la legna da ardere e nutrivano glianimali. Dopo cena si va alla liturgia della mezzanotte dove siaspetta il Natale.
  • 10. • Божићно дрвце (Albero di Natale)• Јаслице (Una sorta di presepe)• Anche se il decoramento dell’albero Natalizo e unatradizione anticha, in alcune localita non era diffusofino alla metà del XIX secolo, quando si espandel’impatto della cultura tedesca per ragioni politiche.Nonostante il fatto che la decorazione non era moltodiffusa, le case alla Vigilia erano sempre abbelite confiori e frutti, specialmente con erbe, in maggior partea merito dei bambini. Nella maggior parte dei casiattorno all’albero si posavano candele,ritratti di Dio ealtri accessori del genere. Piu tardi saranno usaticotone e cera per rappresentare la neve. Le famigliebenestanti potevano anche usare figurine edecorazioni più belle e splendenti.• Sotto l’albero si mettevano quasi sempre le “jaslice”,una sorta di presepe. All’ inizio si potevano trovaresolo nelle chiese e dalle persone più ricche, e spesso sicompeteva per avere il presepe più bello.
  • 11. • Чесница e un dolce considerato moltoimportante. Preparato da farina bianca, conacqua e grasso senza lievito. Чесница siimpastava il primo giorno di Natale, solo dopoquando la prima campana avesse suonato nellachiesa. Il nome è da solo interessante perchèderiva da più parole: "чест",(virtuoso) "део“(parte), "срећа“(felicità), perche si divideva tra gliospiti in base al loro numero, per predirre loro laloro fortuna. Чесница simbolizza la nascita diGesù bambino, donato dai pastori.