Ercole, Nesso e Deianira
di Antonio (e Piero) del Pollaiolo
ca. 1475-80
54,6 x 80,8 cm
olio su tavola, trasferito su tela nel 1867
acquistato da James Jackson Jarves nel 1841-42
col...
Tecnica
Grosse pennellate  innovazione  suggeriscono la
superficie turbolenta del fiume
Veste Deianira, paesaggio e torr...
Stato di conservazione
• E‘ stato molto danneggiato negli anni
– deterioramento della tavola
– in alcune fasi del restauro...
• spalliera? ipotesi più probabile (Wright)
• cassone?  formato: troppo alto!

Esempio: Cassone per il matrimonio di
Gi...
Tema
 soggetto mitologico
come Apollo e Dafne  contesto di appartenenza?
 committenza medicea?
Nel tardo 400: temi come...
Storia
Storia mitologica (Ovidio)
Soggetti: Ercole e la sua sposa Deianira, Nesso
Situazione: devono attraversare il fiume...
Soggetto
Perché questo soggetto che rappresenta l‘inizio della fine dell‘eroe?
Obiettivo: piacere al pubblico ma anche ist...
Paesaggio
• Figure ambientate nella valle dell‘Arno
• In fondo si vede la cupola del Duomo di
Firenze
• Contesto contempor...
Il Martirio di San Sebastiano
• Figure molto intense ed espressive
• Pose energiche
• Espressioni nuove, non idealizzate ma
vere
Tutti segni di Antonio...
Ercole
Ercole: eroe importante in Toscana
• Figura della mitologia romana (greco: Eracle)
• Rappresentava forza fisica  r...
Forte somiglianza con l‘Ercole in Ercole e Idra
• Nella posa potrebbe essere la stessa figura vista
da angolazioni opposte...
Deianira
• Nuda, eccetto per un leggerissimo velo
• Nesso la tiene ferma con un braccio
• Lato passionale dell‘anima
• Esp...
Masaccio, Cacciata dal
paradiso, 1425, Santa
Maria del Carmine,
Capella Brancacci
Jan Van Eyck, Eva,
Polittico dell‘agnell...
Nesso
• Centauro = passioni irrazionali e pericolose
• Simbolo per il lato bestiale nell‘uomo
• Espressione compiacente, c...
Simmetria tra le gambe di Ercole e le gambe davanti di Nesso, che
sembra quasi uscire dall‘immagine la forza impetuosa de...
Affioramenti rocciosi servono a
strutturare la scena e a reiterare il
movimento di Nesso e Ercole verso
il centro dell‘imm...
Anche Deianira presenta una torsione con la
testa che va nella direzione opposta rispetto
al corpo  a livello formale e t...
Possibili fonti - prototipi
Letto di Policleto, 101/300, Palazzo Mattei di
Giove, Roma  torsione del corpo (una
versione ...
CONSERVAZIONE
e
RESTAURO
Prima immagine conosciuta, ca. 1857
• acquaforte, pubblicato nel 1861
• Nesso ha un braccio intorno al ventre di Deianira
• Il braccio e la mano sinistra di D...
Prima fotografia pervenuta, ca. 1906
• pubblicata nel The Burlington Magazine nel 1906
• Nesso ha due mani sul ventre di Deianira  le dita della mano sinistra...
Foto degli anni 20, si vedono gli interventi del 1915
• 1915 da H. A. Hammond Smith
• Harry Augustus Hammond Smith si è occupato del restauro dei dipinti
italiani della collezi...
RESTAURO 1954–64
• restauro durato 10 anni
• Nesso è tornato alla posizione che troviamo sull’acquaforte del 1861
• La mag...
“Stripped-state photograph”
• Tipo di fotografie che vengono fatte a metà trattamento per documentare il dipinto.
• perdite più grandi:
• alla destra ...
Dopo il trattamento del 1998
• 1998 è stato rimosso il restauro del 1950
• il dipinto è stato pulito, ridipinto e molte perdite sono state ricostruite
...
CONFRONTI
E
FORTUNA
Mitologia
Committente?
IL MARTIRIO DI SAN SEBASTIANO,
1475, tempera e olio su legno, 292 x
203 cm, National Gallery, Londra
Paragonabile dal punt...
Ercole e Anteo e Ercole e Idra:
paragonabile dal punto di vista tematico
Hanno in comune una straordinaria energia.
Antonio del Pollaiuolo, Hercules,
1480/1490, disegno, Staatliche Museen
zu Berlin, Kupferstichkabinett
Tecnica degli strati di colore sovrapposti
e visibili  usato in:
• Virtù della Mercanzia
• Ritratto di Galeazzo Maria Sfo...
In particolare le caratteristiche facciali richiamano quelle della Fede negli Uffizi.
Piero potrebbe aver dipinto la parte superiore del corpo di Nesso  simile a San
Girolamo nell‘Incoronazione della Vergine...
Il motivo della parte del corpo superiore è però probabilmente
basato su un prototipo di Antonio  Disegno di Adamo, Uffizi
Albrecht Dürer,
Ercole uccide gli uccelli di Stinfalo,
Germanisches Nationalmuseum,
Nürnberg, ca. 1500
• Linee energiche e...
Pieter Paul Rubens,
Il ratto di Deianira,
Museo del Prado,
ca. 1618
Giovanni Antonio Burrini,
Il ratto di Deianira
1690 ca.
Bibliografia
Alison Wright, The Pollaiuolo Brothers, Yale University Press, 2005
Mark Aronson, Yale University Art Gallery...
Pollaiolo - Ercole, Nesso e Deianira
Pollaiolo - Ercole, Nesso e Deianira
Pollaiolo - Ercole, Nesso e Deianira
Pollaiolo - Ercole, Nesso e Deianira
of 49

Pollaiolo - Ercole, Nesso e Deianira

Published on: Mar 4, 2016
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Pollaiolo - Ercole, Nesso e Deianira

  • 1. Ercole, Nesso e Deianira di Antonio (e Piero) del Pollaiolo
  • 2. ca. 1475-80 54,6 x 80,8 cm olio su tavola, trasferito su tela nel 1867 acquistato da James Jackson Jarves nel 1841-42 collezionista americano che mette la sua collezione di dipinti italiani a disposizione della Yale University Yale University Art Gallery, New Haven, USA
  • 3. Tecnica Grosse pennellate  innovazione  suggeriscono la superficie turbolenta del fiume Veste Deianira, paesaggio e torrente: strati di colore contrastanti Fiume: base in parte visibile, sopra colore più denso, bianco, applicato con pennello più asciutto  effetto: superficie dell‘acqua con riflessi e parti di schiuma Esecuzione rapida e approccio sperimentale con la tecnica dell‘olio per produrre effetti naturalistici
  • 4. Stato di conservazione • E‘ stato molto danneggiato negli anni – deterioramento della tavola – in alcune fasi del restauro / della pulitura – trasferimento da tavola su tela • Deianira: nascosta da una pesante ridipintura – Durante la pulitura ha perso colore e la sua freschezza  si nota soprattutto nel confronto con altre opere • Parti verdi: diventate marroni tramite l‘ossidazione dei pigmenti verdi  imbrunimento • Figure: perdite dallo sfaldarsi della pittura  poca attenzione nel togliere la pittura ad olio translucida che l‘artista usava per modellare luci e ombre
  • 5. • spalliera? ipotesi più probabile (Wright) • cassone?  formato: troppo alto!  Esempio: Cassone per il matrimonio di Giuliano Carnesecchi e Cassandra Lanfredini Funzione
  • 6. Tema  soggetto mitologico come Apollo e Dafne  contesto di appartenenza?  committenza medicea? Nel tardo 400: temi come violenza e rapimento come allegorie morali erano molto popolari (Wright % Ettlinger)
  • 7. Storia Storia mitologica (Ovidio) Soggetti: Ercole e la sua sposa Deianira, Nesso Situazione: devono attraversare il fiume torrenziale Eveno Trama: il centauro Nesso li aiuta portando dall‘altra parte Deianira, ma cerca di rapirla Ercole la salva lanciando una freccia imbevuta in veleno (il sangue di Idra, precedentemente ucciso da lui)  Diventa causa della sua stessa morte  muore per aver indossato una camicia che Deianira aveva fatto impregnare nel sangue di Nesso, pensando fosse una pozione che le avrebbe assicurato l‘amore eterno di suo marito. Il veleno penetra nella pelle di Ercole infiammandola  si dà alle fiamme di un rogo
  • 8. Soggetto Perché questo soggetto che rappresenta l‘inizio della fine dell‘eroe? Obiettivo: piacere al pubblico ma anche istruire  esempio di allegoria morale Documenti che elencano le opere dei palazzi Medici: • soggetti non religiosi erano tornati di moda • soggetti mitologici erano un modo per far vedere di essere colti • Ratto di Deianira: non molto comune nella pittura del primo rinascimento  scelto per il piacere di rappresentare figure in movimento? • vittoria morale: Ercole ristabilisce l‘ordine sociale (matrimonio) • società ossessionata dalla castità della donna, quindi atto rassicurante In questo senso la città di Firenze nel paesaggio può essere associata al trionfo della ragione e civilizzazione.
  • 9. Paesaggio • Figure ambientate nella valle dell‘Arno • In fondo si vede la cupola del Duomo di Firenze • Contesto contemporaneo • Davanti a paesaggio con fiume tormentato, come in vari dipinti dei fratelli Pollaiolo, ma qui c‘è meno distacco tra le figure e il paesaggio  sono più integrati Ruolo fiume e paesaggio: • Ruolo importante in un racconto drammatico • Fiume che scorre separa le figure e crea tensione • Il paesaggio accompagna la forma delle figure e le rocce sui lati sembrano stringere i personaggi l‘una verso l‘altra  Il paesaggio sottolinea la drammaticità della scena!
  • 10. Il Martirio di San Sebastiano
  • 11. • Figure molto intense ed espressive • Pose energiche • Espressioni nuove, non idealizzate ma vere Tutti segni di Antonio del Pollaiolo Figure • Corpi molto particolari dal punto di vista anatomico  conferma l‘affermazione di Vasari • Non sono corpi convenzionali
  • 12. Ercole Ercole: eroe importante in Toscana • Figura della mitologia romana (greco: Eracle) • Rappresentava forza fisica  rappresentato solitamente forte e muscoloso, con in testa la pelle di un leone e in mano una clava • Con David: simboli del potere fiorentino (posizione davanti al Palazzo Vecchio)
  • 13. Forte somiglianza con l‘Ercole in Ercole e Idra • Nella posa potrebbe essere la stessa figura vista da angolazioni opposte (Antonio scultore) o come nei disegni preparatori per sculture
  • 14. Deianira • Nuda, eccetto per un leggerissimo velo • Nesso la tiene ferma con un braccio • Lato passionale dell‘anima • Espressione strana, quasi impassibile  forse perché Nesso l‘ha girata all‘improvviso, come uno scudo, per proteggersi dalla freccia • Torsioni insolite: girata verso Ercole ma testa girata verso Nesso Testa in gran parte ricostruita  difficile trarre conclusioni dalla sua espressione Corpo: risulta per la parte inferiore un po‘ piena, pancia arrotondata e spalle strette  nudi del 15° secolo 
  • 15. Masaccio, Cacciata dal paradiso, 1425, Santa Maria del Carmine, Capella Brancacci Jan Van Eyck, Eva, Polittico dell‘agnello mistico, 1430-32, cattedrale di san Bavone, Gand
  • 16. Nesso • Centauro = passioni irrazionali e pericolose • Simbolo per il lato bestiale nell‘uomo • Espressione compiacente, come se fosse convinto che Ercole non rischierebbe lo sparo azzardato • Linguaggio del corpo molto espressivo: si gira verso destra mentre corre verso sinistra La parte superiore del corpo di Nesso è tra le parti meglio conservate del dipinto.
  • 17. Simmetria tra le gambe di Ercole e le gambe davanti di Nesso, che sembra quasi uscire dall‘immagine la forza impetuosa del suo movimento necessita di un controbilanciamento. Simmetria tra i corpi rivolti l‘una verso l‘altra
  • 18. Affioramenti rocciosi servono a strutturare la scena e a reiterare il movimento di Nesso e Ercole verso il centro dell‘immagine  Il paesaggio ha una importanza strutturale maggiore rispetto alle altre opere
  • 19. Anche Deianira presenta una torsione con la testa che va nella direzione opposta rispetto al corpo  a livello formale e tematico: esempio di contrapposto che Vasari intende quando parla della terza maniera (Wright)  Esempio anche per artisti come Michelangelo e Leonardo (Wright) Impulsi diagonali e controimpulsi attraversano le figure  creano tensione nell‘intera immagine
  • 20. Possibili fonti - prototipi Letto di Policleto, 101/300, Palazzo Mattei di Giove, Roma  torsione del corpo (una versione faceva parte di una collezione di opere antiche di Ghiberti) Bertoldo di Giovanni, Bellerofono e Pegaso, Kunsthistorisches Museum, Vienna  posa drammatica di Bellerofono e rapporto precario col cavallo
  • 21. CONSERVAZIONE e RESTAURO
  • 22. Prima immagine conosciuta, ca. 1857
  • 23. • acquaforte, pubblicato nel 1861 • Nesso ha un braccio intorno al ventre di Deianira • Il braccio e la mano sinistra di Deianira sono piegati all’indietro sulla propria spalla • il perizoma di Ercole è di pelle di leone con la faccia visibile • la scogliera a destra consiste in una serie di blocchi di pietra ammucchiati una sull’altra Russel Sturgis descrive il trattamento nel manuale della collezione Jarves nel 1868, dicendo che al momento dell’acquisto la figura di Deianira era completamente dipinta, probabilmente è stato fatto durante il periodo di Savonarola che attaccava in modo severo opere artistiche con argomenti mitologici e tutte le rappresentazioni di nudo. La modifica potrebbe esser stata eseguita dall’artista stesso.
  • 24. Prima fotografia pervenuta, ca. 1906
  • 25. • pubblicata nel The Burlington Magazine nel 1906 • Nesso ha due mani sul ventre di Deianira  le dita della mano sinistra, che sono sopra la mano destra e sotto il gomito destro di Deianira sono state quindi aggiunte durante un restauro prima del 1906 • si può notare una quantità notevole di colore per descrivere la superfice del fiume
  • 26. Foto degli anni 20, si vedono gli interventi del 1915
  • 27. • 1915 da H. A. Hammond Smith • Harry Augustus Hammond Smith si è occupato del restauro dei dipinti italiani della collezione di Yale. • Dalla foto si vede che Hammond ha cambiato vari dettagli rispetto alle due immagini visti in precedenza. • Il braccio sinistro di Deianira non è più portato indietro ma va verso Ercole. • La mano sinistra di Nesso è sotto la sua mano destra e la testa di leone è molto sfocata.
  • 28. RESTAURO 1954–64 • restauro durato 10 anni • Nesso è tornato alla posizione che troviamo sull’acquaforte del 1861 • La maggior parte dei ritocchi sono stati fatti in maniera riconoscibile • il braccio destro di Deianira: si vedono sia un braccio che va verso Ercole che tracce del braccio verso indietro, tutto visibile chiaramente. • La tonalità giallo-grigiastra è probabilmente dovuta a una vernice che veniva data qualche volta negli anni 50, che ha anche scolorito l’immagine.
  • 29. “Stripped-state photograph”
  • 30. • Tipo di fotografie che vengono fatte a metà trattamento per documentare il dipinto. • perdite più grandi: • alla destra del ventre di Deianira, le sue braccia alzate, parte del avambraccio • Ercole: diaframma e perizoma • l’ultimo strato di vernice che completava la superficie del fiume. • La presenza di tutti questi danni rende difficile riuscire a capire come Pollaiolo voleva in origine disegnare le parti di questa composizione.
  • 31. Dopo il trattamento del 1998
  • 32. • 1998 è stato rimosso il restauro del 1950 • il dipinto è stato pulito, ridipinto e molte perdite sono state ricostruite • Nesso ha di nuovo un solo braccio con cui tiene Deianira
  • 33. CONFRONTI E FORTUNA
  • 34. Mitologia Committente?
  • 35. IL MARTIRIO DI SAN SEBASTIANO, 1475, tempera e olio su legno, 292 x 203 cm, National Gallery, Londra Paragonabile dal punto di vista pittorico
  • 36. Ercole e Anteo e Ercole e Idra: paragonabile dal punto di vista tematico Hanno in comune una straordinaria energia.
  • 37. Antonio del Pollaiuolo, Hercules, 1480/1490, disegno, Staatliche Museen zu Berlin, Kupferstichkabinett
  • 38. Tecnica degli strati di colore sovrapposti e visibili  usato in: • Virtù della Mercanzia • Ritratto di Galeazzo Maria Sforza PRESENZA DI PIERO? La presenza di Piero si nota nel disegno di Deianira (Wright): la figura allungata, quasi senza ossa, e la testa richiamano le virtù.
  • 39. In particolare le caratteristiche facciali richiamano quelle della Fede negli Uffizi.
  • 40. Piero potrebbe aver dipinto la parte superiore del corpo di Nesso  simile a San Girolamo nell‘Incoronazione della Vergine, pala d‘altare del 1483 (di Piero)
  • 41. Il motivo della parte del corpo superiore è però probabilmente basato su un prototipo di Antonio  Disegno di Adamo, Uffizi
  • 42. Albrecht Dürer, Ercole uccide gli uccelli di Stinfalo, Germanisches Nationalmuseum, Nürnberg, ca. 1500 • Linee energiche e il corpo in movimento
  • 43. Pieter Paul Rubens, Il ratto di Deianira, Museo del Prado, ca. 1618
  • 44. Giovanni Antonio Burrini, Il ratto di Deianira 1690 ca.
  • 45. Bibliografia Alison Wright, The Pollaiuolo Brothers, Yale University Press, 2005 Mark Aronson, Yale University Art Gallery Bulletin, 1999, The Re- Restoration of Antonio del Pollaiuolo’s Hercules and Deianira, pp. 44-59, 4 Frank J. Mather, The New Haven Pollaiuolo, in Art in America, The Burlington Magazine for Connoisseurs, Vol. 8, No. 36 (Mar., 1906) Landscape in Italy in the fifteenth century in Edelgard E. Dubruck and Yael Even, Fifteenth-Century Studies Vol. 27: A Special Issue on Violence in Fifteenth-Century Text and Image, Boydell & Brewer, 2002 Maud Cruttwell, Antonio Pollaiulo, Duckworth and Co., London, 1907 Lecture "Unintended Consequences: Antonio del Pollaiuolo’s Hercules and Deianira“, John Walsh, director emeritus of the J. Paul Getty

Related Documents