L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo
Novembre 2013
Le dinamiche congiunturali
A Novembre 2013, l’indice general...
L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo
Novembre 2013
Dinamica congiunturale dei prezzi al consumo per tipologia d...
L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo
Novembre 2013
La categoria di prodotti che guida il processo di riallineam...
L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo
Novembre 2013
Indice dei prezzi al consumo in provincia di Reggio Calabria...
of 4

La dinamica dei prezzi al consumo nella provincia di Reggio Calabria nel 2013

La dinamica dei prezzi al consumo nella provincia di Reggio Calabria nel 2013
Published on: Mar 4, 2016
Published in: News & Politics      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - La dinamica dei prezzi al consumo nella provincia di Reggio Calabria nel 2013

  • 1. L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo Novembre 2013 Le dinamiche congiunturali A Novembre 2013, l’indice generale dei prezzi al consumo registrato in provincia di Reggio Calabria ha mostrato una sostanziale stazionarietà, in linea con quanto emerso il mese precedente. La variazione congiunturale sperimentata dalla provincia si colloca, così, tra la crescita dei prezzi osservata a livello regionale (+0,2%) e la riduzione contrariamente registrata a livello nazionale (-0,3%). Dopo lo shock dei prezzi osservato alla fine del 2012, quando l’aumento congiunturale fu addirittura dell’1,9%, sostenuto soprattutto dall’aumento delle tariffe idriche, nel 2013 si è verificata una complessiva stagnazione dell’indice generale dei prezzi al consumo, determinata dalla perdurante contrazione della domanda interna. Tuttavia, il pericolo deflazione, dannoso per gli investimenti e quindi per la ripresa del ciclo espansivo, sembra ancora non aver interessato incisivamente la provincia, anche per la minor concorrenzialità che strutturalmente interessa il mercato provinciale. Dinamica congiunturale dell’indice dei prezzi al consumo in provincia di Reggio Calabria, in Calabria e in Italia Ottobre 2013-Novembre 2013 (variazioni percentuali) 2,5 2,0 1,9 1,5 1,0 0,5 0,0 0,7 0,2 0,2 0,1 0,2 0,1 0,1 0,1 0,2 0,1 0,2 0,0 0,0 -0,1 -0,5 dicembre gennaio febbraio marzo Reggio Calabria aprile 0,0 -0,1 -0,1 maggio 0,4 0,2 0,3 0,3 0,1 0,0 0,1 -0,1 -0,1 -0,1 giugno luglio agosto Calabria 0,0 0,0 -0,3 -0,3 settembre -0,1 -0,2 ottobre 0,2 -0,3 novembre Italia Fonte: elaborazioni su dati Istat La dinamica dei prezzi, poi, si mantiene ancora su terreno positivo se si considerano i valori al netto dei tabacchi (+0,1%) e, sopratutto, al netto dei prodotti energetici (+0,2%), con questi ultimi influenzati al rialzo dalla recente riduzione dei valori delle materie prime quali greggio e gas. Sul fronte settoriale, prendendo a riferimento la classificazione COICOP 1, che raggruppa in dodici sezioni l’insieme delle voci di consumo (o capitoli di spesa), si osservano dinamiche tutt’altro che omogenee. I beni alimentari, per esempio, offrono un sostegno notevole alla dinamica inflazionistica (+0,7%), seguiti da quelli dei servizi sanitari (+0,3%), dalle comunicazioni e dai servizi ricettivi e della ristorazione (+0,2% per entrambi). Al contrario, un effetto contenitivo della dinamica dei prezzi è da ricercare nei trasporti (-0,7%), i quali risentono della flessione del valore unitario dei prodotti energetici nonché, in misura comunque inferiore, nelle attività terziarie legate al mondo della ricreazione e della cultura (-0,2%). 1 Il COICOP (Classification of Individual COnsumption by Purpose, classificazione dei consumi individuali secondo lo scopo) è uno standard internazionale messo a punto dalla Divisione Statistica delle Nazioni Unite usato per l'elaborazione degli indici dei prezzi al consumo. Esso prevede una ripartizione in 14 capitoli di spesa, i primi 12 relativi ai consumi delle famiglie, uno relativo ai consumi individuali delle istituzioni sociali private al servizio delle famiglie, l'ultimo a quelli delle amministrazioni pubbliche. Ciascun capitolo è articolato in categorie, ciascuna delle quali è a sua volta articolata in gruppi. Camera di Commercio di Reggio Calabria Pagina 2
  • 2. L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo Novembre 2013 Dinamica congiunturale dei prezzi al consumo per tipologia di prodotti a Reggio Calabria Novembre 2012 -Novembre 2013 (variazioni percentuali mensili) Prodotti alimentari e bevande analcoliche Bevande alcoliche e tabacchi Abbigliamento e calzature Abitazione, acqua, elettricità e combustibili Mobili, articoli e servizi per la casa Servizi sanitari e spese per la salute Trasporti Comunicazioni Ricreazione, spettacoli e cultura Istruzione Servizi ricettivi e di ristorazione Altri beni e servizi -0,1 -0,1 0,0 0,7 0,1 0,3 -0,7 0,2 -0,2 0,0 0,2 -0,1 INDICE GENERALE 0,0 Indice generale senza tabacchi Indice generale esclusi energetici 0,1 -1,0 -0,8 -0,6 -0,4 -0,2 0,0 0,2 0,2 0,4 0,6 0,8 1,0 Fonte: elaborazioni su dati Istat Le dinamiche tendenziali Lo shock dei prezzi registrato a Dicembre dello scorso anno ha avuto un notevole impatto sul fronte tendenziale, al punto da influire sulla dinamica dei mesi successivi. Con riferimento alle variazioni su base annua, nello specifico quelle che partono da dicembre 2012 a novembre 2013, la provincia di Reggio Calabria (+2,2%) sperimenta così una crescita annua superiore a quella media regionale (+1,0%) e nazionale (+0,7%). Dinamica tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo in provincia di Reggio Calabria, in Calabria e in Italia Novembre 2012-Novembre 2013 (variazioni percentuali) 5,0 4,0 4,0 3,3 3,0 2,0 2,3 3,7 3,5 2,8 2,6 3,4 3,0 2,4 1,7 2,2 1,9 1,0 2,8 1,5 1,6 2,9 2,9 1,8 1,7 2,7 2,5 2,3 2,2 1,0 1,0 0,9 0,8 0,7 settembre ottobre novembre 1,7 1,2 1,1 1,1 1,2 aprile maggio giugno 1,2 1,2 0,0 dicembre gennaio febbraio marzo Reggio Calabria luglio Calabria agosto Italia Fonte: elaborazioni su dati Istat Camera di Commercio di Reggio Calabria Pagina 2
  • 3. L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo Novembre 2013 La categoria di prodotti che guida il processo di riallineamento di prezzi al consumo della provincia con la media nazionale è quella dell’abitazione (+14,4%), sostenuta a sua volta dalla dinamica delle tariffe idriche e, più in generale, dai costi per le utilities legati all’abitazione. In controtendenza con la media provinciale appaiono le comunicazioni (-8,1%), caratterizzate da una rapida obsolescenza produttiva che, in breve tempo, erode il valore di mercato dei prodotti. Anche gli altri beni e servizi mostrano un trend tendenziale negativo, pur se molto più contenuto (-0,3%). Dinamica tendenziale dei prezzi al consumo per tipologia di prodotti a Reggio Calabria Novembre 2012 -Novembre 2013 (variazioni percentuali annue) Prodotti alimentari e bevande analcoliche Bevande alcoliche e tabacchi Abbigliamento e calzature Abitazione, acqua, elettricità e combustibili Mobili, articoli e servizi per la casa Servizi sanitari e spese per la salute Trasporti Comunicazioni Ricreazione, spettacoli e cultura Istruzione Servizi ricettivi e di ristorazione Altri beni e servizi 1,1 1,0 0,9 -8,1 0,8 1,0 1,6 -0,3 INDICE GENERALE 2,2 Indice generale senza tabacchi Indice generale esclusi energetici -10,0 14,4 0,9 0,9 0,2 2,3 2,8 -5,0 0,0 5,0 10,0 15,0 Fonte: elaborazioni su dati Istat In linea con le evidenziazioni congiunturali, anche quelle tendenziali mostrano una dinamica dei prezzi di monopolio e delle materie prime energetiche in raffreddamento. Ne discendono due indici che, al netto dei tabacchi (2,3%), o al netto degli energetici (2,8%), offrono risultati più elevati della media generale (+2,2%). L’evoluzione degli indice di medio periodo Allungando l’orizzonte temporale al 2010, e prendendo i valori di quell’anno come base pari a cento, l’analisi dei numeri indice che ne discende mostra un’evoluzione provinciale dell’indicatore generale (108,8) sostanzialmente in linea con la media regionale (108,5), comunque superiore a quella nazionale (107,0). D’altronde, mentre la provincia reggina e la Calabria sperimentano una crescita di oltre due punti dell’indicatore generale, nell’arco degli ultimi dodici mesi, in Italia si evidenzia un ritmo di crescita di appena 0,7 punti. Sono ancora una volta i costi dell’abitazione, cresciuti di quasi un terzo in poco meno di tre anni (NI pari a 132,4), a spiegare gran parte della crescita dei prezzi sul territorio reggino. Viceversa, i servizi sanitari e le comunicazioni offrono un contributo al contenimento della dinamica di crescita dei prezzi al consumo (numeri indice rispettivamente pari a 99,7 e 92,2). Nel primo caso, si tratta di un risultato unico; nel secondo, invece, quanto emerso appare in linea con il dato medio regionale e nazionale. Camera di Commercio di Reggio Calabria Pagina 2
  • 4. L’andamento dell’indice dei prezzi al consumo Novembre 2013 Indice dei prezzi al consumo in provincia di Reggio Calabria, in Calabria e in Italia Novembre 2012-Ottobre 2013 e Novembre 2013 (numeri indice con base 2010=100,0) Reggio Calabria Cod. Descrizione COICOP Calabria Italia Ott. 2013 105,4 111,2 105,6 132,5 104,3 99,4 114,1 92,0 101,8 106,9 105,6 108,7 Nov. 2013 106,1 111,3 105,6 132,4 104,2 99,7 113,3 92,2 101,6 106,9 105,8 108,6 Nov. 2013 105,6 111,2 107,7 115,3 105,5 99,8 114,2 100,3 101,7 106,5 103,6 109,2 Ott. 2013 105,6 111,9 108,4 120,6 106,2 100,8 114,6 92,0 102,9 107,2 106,0 109,0 Nov. 2013 106,1 112,0 108,8 121,8 106,3 100,8 113,6 92,2 102,8 107,2 106,5 108,8 Nov. 2013 105,9 110,3 105,0 114,5 104,2 100,5 112,6 96,8 100,3 106,8 103,3 106,4 Ott. 2013 107,0 111,6 105,5 114,9 105,4 101,1 114,5 87,7 101,6 108,2 106,5 106,8 Nov. 2013 107,3 111,7 105,6 114,9 105,4 101,1 113,5 87,8 101,3 108,2 104,9 106,7 Indice generale senza tabacchi 106,3 108,6 108,7 107,2 108,1 108,4 106,2 107,2 106,9 Indice generale esclusi energetici 103,4 106,1 106,3 105,3 106,6 106,9 104,4 105,8 105,5 Indice generale 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 Nov. 2013 104,9 110,2 104,7 115,7 103,3 98,8 113,1 100,3 100,8 105,8 104,1 108,9 106,5 108,8 108,8 107,4 108,3 108,5 106,3 107,3 107,0 Prodotti alimentari e bevande analcoliche Bevande alcoliche e tabacchi Abbigliamento e calzature Abitazione, acqua, elettricità e combustibili Mobili, articoli e servizi per la casa Servizi sanitari e spese per la salute Trasporti Comunicazioni Ricreazione, spettacoli e cultura Istruzione Servizi ricettivi e di ristorazione Altri beni e servizi Fonte: elaborazioni su dati Istat E’ interessante notare, infine, come la dinamica degli ultimi tre anni premi numerosi comparti, in termini di contenimento nella crescita dei prezzi al consumo e nel confronto reggino con la media nazionale: i prodotti alimentari (106, contro 107,3); le bevande alcoliche e i tabacchi (111,3 contro 111,7); i mobili e articoli per la casa (104,2 contro 105,4); i trasporti (113,3 contro 113,5); l’istruzione (106,9 contro 108,2). Parimenti, oltre ai costi dell’abitazione, come visto interessati da un vero e proprio shock dei prezzi alla fine dello scorso anno, esistono comparti che invece mostrano una dinamica di medio periodo assolutamente più accentuata di quella nazionale: comunicazioni (92,2 contro 87,8); i servizi ricettivi e di ristorazione (105,8 contro 104,9); gli altri beni e servizi (108,6 contro 106,7). Per approfondire (control + clic per aprire il collegamento): http://dati.istat.it/?lang=it Camera di Commercio di Reggio Calabria Pagina 2

Related Documents