La società nasce nel marzo 2011 dopo che nel febbraio dello stesso anno
l’idea era stata ammessa a finanziamento, per 691....
In particolare, gli obiettivi realizzativi, che interesseranno
il periodo 2014-2015, sono lo sviluppo e la
caratterizzazio...
Valorizzazione anticorpo SP2
2011-2015
Big Pharma
anticorpo bi-specifico
2014-2018
Big Pharma
CRO
2014-2015
Nuovo stabilim...
Posizione Azienda Paese
Fatturato
(Miliardi $)
Utile (Miliardi
$)
Impiegati
1 Pfizer USA 52,516 11,361 115,000
2
Bristol-M...
€ 1.409.595
€ 1.421.069
€ 1.000.280
€ 1.276.981
-€ 100.000 € 100.000 € 300.000 € 500.000 € 700.000 € 900.000 € 1.100.000 €...
La U3 Pharma, con sede a Martinsried, Germania, è stata fondata
nel 2001 dal Prof. Axel Ullrich del Max Planck Institute. ...
Pharmago NaStartup
Pharmago NaStartup
Pharmago NaStartup
Pharmago NaStartup
Pharmago NaStartup
of 11

Pharmago NaStartup

Published on: Mar 3, 2016
Published in: Presentations & Public Speaking      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Pharmago NaStartup

  • 1. La società nasce nel marzo 2011 dopo che nel febbraio dello stesso anno l’idea era stata ammessa a finanziamento, per 691.267 €, dalla Regione Molise attraverso l’iniziativa “Avvisi per la presentazione di progetti Start Up e Spin-off di Impresa Innovativa – Go!!!, Misura 1.2.4 POR FESR/FSE 2007-2013”. E’ stata costituita con un capitale sociale di 35.000 € e da gennaio 2014 è iscritta al Registro delle Start Up Innovative. Questi i soci fondatori: Università degli Studi del Molise (www.unimol.it) col 42,86% del capitale; L’Ateneo molisano è un’università statale, fondata nel 1982, che si compone di sei Dipartimenti: Dip. di Medicina e di Scienze della Salute, Dip. Agricoltura, Ambiente e Alimenti, Dip. Di Bioscienze e Territorio, Dip. Di Economia, Gestione, Società e Istituzioni, Dip. Giuridico, Dip. Di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione. Il Dipartimento di Medicina, dal 2005 (anno della sua costituzione), ha ispirato i propri obiettivi di sviluppo al raggiungimento dell’eccellenza nei campi della formazione, della ricerca e della cura del paziente. Nel campo della ricerca bio-medica e sanitaria ha assunto una crescente rilevanza ottenendo finanziamenti di ricerca a livello nazionale ed europeo grazie ad una struttura di ricerca con competenze, risorse e produzione scientifica specificamente orientate. MediaPharma Srl, (www.mediapharma.it) col 35,72% del capitale; La MediaPharma Srl è uno Spin Off dell’Università di Chieti-Pescara avviato da un gruppo di Professori universitari e ricercatori operativi in campo oncologico la cui mission consiste nella ricerca finalizzata allo sviluppo di nuovi farmaci antitumorali a bersaglio specifico e di nuovi reagenti diagnostici basati entrambi su anticorpi monoclonali. La società è assistita da un Comitato scientifico di cui fanno parte il prof. Stefano Iacobelli, Presidente nonché promotore, il prof. Axel Ullrich, il prof. Piergiorgio Natali ed il Prof. Fabio Malavasi, ricercatori di fama internazionale, autori di centinaia di pubblicazioni e brevetti internazionali in campo oncologico. In particolare, il prof. Ullrich è stato pioniere nello sviluppo di farmaci antitumorali innovativi e nell’avvio di alcuni spin-off successivamente ceduti a multinazionali farmaceutiche. Invent Srl (www.invent.fr) , col 21,42% del capitale. La Invent Srl, con sede in Roma, appartiene al Gruppo Innova S.p.A., leader in Europa per i servizi relativi al trasferimento tecnologico e alla valorizzazione delle tecnologie. Si propone di valorizzare i risultati della ricerca attraverso l’offerta combinata e originale di servizi innovativi volti al sostegno finanziario, diretto e indiretto, di (nuove) imprese ad alto contenuto tecnologico, nonché attraverso la fornitura di servizi avanzati che vanno dal project financing fino ai servizi di tipo manageriale/amministrativo. Attualmente la Invent Srl ha contribuito ad avviare venti spin off, per lo più in collaborazioni con Università, in diversi ambiti di ricerca, quali le biotecnologie, tecnologie ottiche, tecnologie farmaceutiche, energie rinnovabili.
  • 2. In particolare, gli obiettivi realizzativi, che interesseranno il periodo 2014-2015, sono lo sviluppo e la caratterizzazione di un innovativo anticorpo “bi-specifico” derivante dalla fusione dell’anticorpo anti-90K, denominato SP-2, sviluppato da MediaPharma Srl (socio di PharmaGO), e di un anticorpo anti-endosialina. La proteina 90K svolge un ruolo di rilievo nel processo della angiogenesi, stimolando direttamente la crescita della cellule endoteliali all’interno del tumore. L’Endosialina è anch’essa coinvolta nell’angiogenesi attraverso lo stimolo di alcune cellule particolari, i periciti, che “guidano” la produzione dei nuovi vasi sanguigni. L’utilizzo dell’anticorpo bi-specifico, a doppio bersaglio, derivante dall’anticorpo SP-2 e da quello anti- endosialina, potrà rappresentare una strategia particolarmente efficace nel contrastare l’angiogenesi e la crescita tumorale. Al momento non esistono farmaci antitumorali che siano antagonisti delle funzioni della proteina 90K né farmaci con un doppio meccanismo d’azione, anti-90K e anti- endosialina. Pertanto l’anticorpo umanizzato che PharmaGo Srl intende sviluppare rappresenta un elemento di forte innovazione rispetto a quanto oggi disponibile per la terapia medica dei tumori.
  • 3. Valorizzazione anticorpo SP2 2011-2015 Big Pharma anticorpo bi-specifico 2014-2018 Big Pharma CRO 2014-2015 Nuovo stabilimento per la realizzazione di Master Cell Bank in condizioni GMP Una volta umanizzato e valutata l’attività antitumorale, l’anticorpo “bi-specifico” verrà brevettato (ragionevolmente già nel corso del 2014). Nel periodo 2015-2017, poi, l’obiettivo sarà quello di proseguire lo sviluppo preclinico del “bi-specifico” fino alla sperimentazione di Fase I. Da questo momento (2018), l’anticorpo potrà essere ceduto in licenza a Big Pharma che ne completeranno lo sviluppo clinico (Fase II e III) prima della sua commercializzazione come nuovo farmaco antitumorale. Oltre alle attività di ricerca e sviluppo così descritte e a quelle di consulenza rappresentate, da ultimo, la società, nel triennio 2015-2018, si propone di fornire un supporto come Contract Research Organization (CRO), il primo in Italia, per lo sviluppo pre-clinico e la produzione di prodotti biotecnologici innovativi oggi molto in auge (proteine umane ricombinanti).
  • 4. Posizione Azienda Paese Fatturato (Miliardi $) Utile (Miliardi $) Impiegati 1 Pfizer USA 52,516 11,361 115,000 2 Bristol-Myers Squibb USA 47,348 8,509 109,900 3 GlaxoSmithK line Regno Unito 37,318 7,886 100,619 4 Sanofi- Aventis Francia 31,615 6,526 96,439 5 Novartis Svizzera 28,247 5,767 81,392 6 Hoffmann-La Roche Svizzera 25,163 5,344 64,703 Per la cura della malattia esistono diverse terapie: quelle basate su farmaci a bersaglio specifico (c.d. Targeted Therapy), quelle di tipo tradizionale (c.d. Chemiotherapy), tutt’ora largamente utilizzate per il trattamento della malattia, e le terapie alternative (c.d. Hormone Therapy e Immunotherapy). E’, però, il segmento Targeted Therapy quello in cui i farmaci hanno un ruolo determinate per la crescita del mercato che ha una dimensione di circa 70 miliardi di $ nel 2013, con una crescita di oltre tre volte superiore rispetto ai livelli del 2008 (Figura ). All’interno di questo segmento gli anticorpi terapeutici antitumorali, farmaci di nuova generazione più diversificati, specifici e a bassa tossicità, sono il prodotto dominante. In Italia L’industria biotecnologica italiana si posiziona al terzo posto in Europa, dopo la Germania e il Regno Unito, per numero di imprese “pure biotech”4, a dimostrazione di una realtà estremamente competitiva e capace di superare la natura ciclica tipica di altri settori industriali. Sono, infatti, più di 400 le imprese impegnate in R&S nel campo delle biotecnologie. Di queste più di 200 si concentrano sulla ricerca e sullo sviluppo di prodotti basati esclusivamente sulle biotecnologie. Il fatturato nazionale totale ammonta a € 7.152 milioni mentre gli investimenti in R&S arrivano fino a € 1.832 milioni.
  • 5. € 1.409.595 € 1.421.069 € 1.000.280 € 1.276.981 -€ 100.000 € 100.000 € 300.000 € 500.000 € 700.000 € 900.000 € 1.100.000 € 1.300.000 € 1.500.000 Multipli di Mercato Discounted Cash Flow (DCF) Patrimoniale Valore Medio Enterprise Value METODO Stima Enterprise Value PharmaGo Srl B. Capitale di Terzi Finanziatori Anni 2012-2015: Finanziamento Regione Molise ex. Misura 1.2.4 a valere sui fondi POR FESR 2007/2013 per 498.767 € e POR FSE 2007/2013 per 192.500 € Tot. Finanziamento regionale: 691.267 € Anni 2014-2019 Finanziamento di terzi di medio periodo assistito dal Fondo di Garanzia della Regione Molise per l’80% dell’importo (160.000 €) Importo 200.000 € Tasso 7% Durata 60 mesi Restituzione a quote capitali e quote interessi costanti/mese
  • 6. La U3 Pharma, con sede a Martinsried, Germania, è stata fondata nel 2001 dal Prof. Axel Ullrich del Max Planck Institute. Sin dall’avvio dell’attività di ricerca dell’azienda si sono incentrati su anticorpi umani per il trattamento del cancro della mammella, del polmone e del colon. Il principale prodotto che ha sviluppato l’azienda, in collaborazione con Amgen, è l’anticorpo U3-1278 (AMG 888), il primo anticorpo anti-HER3 totalmente umanizzato che inibisce la trasmissione di segnali dalle cellule tumorali e la proliferazione tumorale. Nel maggio 2008, U3 Pharma è stata acquistata da DAIICHI SANKYO Co., multinazionale farmaceutica giapponese, per 153 milioni di €. E’ utile far presente che l'oggetto dell'acquisto da parte della DAIICHI SANKYO Co. è stato il solo anticorpo umanizzato accompagnato dal protocollo di sperimentazione (ovviamente attraverso l’acquisto della società). Si tratta, pertanto, non di un prodotto (farmaco) già sperimentato sull’uomo o in avanzata fase di sperimentazione (come lo erano i prodotti della Sugen e della ImClone) ma di un anticorpo che sebbene abbia dimostrato la sua efficacia solo in laboratorio, ha comunque attratto l’attenzione di un’ industria del farmaco disposta a spendere una considerevole cifra per possedere l’anticorpo e ad investire molto per sperimentare il farmaco sull’uomo, sperimentazione necessaria per saggiare la reale efficacia e ottenere le autorizzazioni per la vendita.

Related Documents