Firma convenzione
Politecnico di Milano e Veneranda Fabbrica
del Duomo di Milano
Aula Magna – Rettorato
Mercoledì 27 maggi...
16 ottobre 2015 2
Valutare e presentare i risultati degli interventi pubblici: principi
guida, esperienze a confronto, cri...
16 ottobre 2015 3
Valutare e presentare i risultati degli interventi pubblici: principi
guida, esperienze a confronto, cri...
16 ottobre 2015 4
Il ruolo della politica comunitaria per la diffusione della valutazione
• La valutazione ha stentato a l...
16 ottobre 2015 5
Valutazione e misurazione in UE: alcune tappe di un percorso “in
corso”
• 1976: prima valutazione realiz...
16 ottobre 2015 6
Quali indicatori per una corretta valutazione?
Molta attenzione allo sviluppo e raccolta di indicatori c...
16 ottobre 2015 7
Indicatori comuni per il 2014-20: alcuni esempi e limiti
(FESR reg. 1301/13)
Non output
ma outcome
Come ...
16 ottobre 2015 8
Esempio di indicatori comuni FSE
(Reg. 1304/2013)
• Sono indicatori di processo, non di prodotto
• Quale...
16 ottobre 2015 9
Esempio di indicatori comuni FSE
(Reg. 1304/2013)
• Un lavoro di quale durata?
• In quale relazione con ...
16 ottobre 2015 10
Aggregare i dati a livello europeo è complesso:
Risultati (preliminari) della politica di coesione 2007...
16 ottobre 2015 11
Dove si trovano le evidenze di questi risultati?
Una molteplicità di fonti e livelli di informazione:
•...
Accountability negli Stati membri: le
esperienze di Galles, Grecia e
Finlandia
16 ottobre 2015 13
I portali nazionali
• Attivazione di portali web nazionali che raccolgono informazioni e dati
sui progr...
16 ottobre 2015 14
Cosa contengono: il portale del Galles
Informazioni su i
progetti finanziati
Talvolta inclusi target e
...
16 ottobre 2015 15
Cosa contengono: il portale della Grecia
http://www.anaptyxi.gov.gr/
Dati finanziari dal
sistema di mon...
16 ottobre 2015 16
Cosa contengono: il portale della Finlandia (eura2007.fi; eura2014.fi)
Obiettivo: rendere pubbliche le ...
Uno sguardo oltre oceano:
Medicare.gov – Hospital Compare
16 ottobre 2015 18
Medicare.gov
https://data.medicare.gov/
Esplorare e scaricare i dati
da medicare.gov
Trovare un dottore...
16 ottobre 2015 19
Medicare.gov – Hospital Compare
Obiettivi:
• Aiutare gli utenti a prendere decisioni su dove ricevere
a...
Considerazioni finali
16 ottobre 2015 21
Considerazioni finali
• I nuovi portali per le politiche di sviluppo danno un forte impulso alla
traspa...
16 ottobre 2015 22
Considerazioni finali
• Portale DG Regio
• Core/common indicators “multilivello”
• Georeferenziazione
•...
of 22

Interventi Politecnico di Milano webinar 16 ottobre

Interventi a cura del Politecnico di Milano al webinar "Aprire dati su finanziamenti, realizzazione e risultati degli interventi pubblici: rischi e opportunità", 16 ottobre 2015
Published on: Mar 4, 2016
Published in: Presentations & Public Speaking      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Interventi Politecnico di Milano webinar 16 ottobre

  • 1. Firma convenzione Politecnico di Milano e Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano Aula Magna – Rettorato Mercoledì 27 maggio 2015 Aprire dati sui finanziamenti e su realizzazioni e risultati di singoli interventi pubblici
  • 2. 16 ottobre 2015 2 Valutare e presentare i risultati degli interventi pubblici: principi guida, esperienze a confronto, criticità e possibili evoluzioni Presentare alcuni elementi di riflessione su due argomenti logicamente intrecciati: • il tema della valutazione dei risultati degli interventi pubblici • Il tema della rappresentazione e comunicazione di questi risultati. Vedremo nel corso della presentazione che: • è evidente una esigenza ed uno sforzo per lo sviluppo di indicatori adeguati, attendibili, comparabili  Ma non sono del tutto risolti alcuni problemi metodologici e di processo perché le valutazioni che si basano su quei dati siano corrette; • Sono state sviluppate alcune iniziative per promuovere trasparenza ed accountability degli interventi pubblici, a livelli differenti di sviluppo.  A che punto siamo, con alcune esperienze di livello nazionale ed europeo; • Vedremo due pratiche extra-europee per per contribuire al dibattito sulle evoluzioni possibili degli interventi che legano valutazione dei risultati e accountability.
  • 3. 16 ottobre 2015 3 Valutare e presentare i risultati degli interventi pubblici: principi guida, esperienze a confronto, criticità e possibili evoluzioni Premessa: • Valutazione come snodo fondamentale del “ciclo di policy”, in tre momenti chiave:  Ex ante, in itinere, ex post • Ruolo: capire se e in che misura un intervento pubblico consentirà/ha consentito di affrontare un problema, una domanda, una opportunità di intervento Implicazioni:  Non limitarsi ad osservare i disegni formali e obiettivi astratti, ma analizzare i processi ed i risultati ottenuti per giudicare gli interventi pubblici (Pressman & Wildawski)  Adottare appropriate metriche di giudizio (indicatori) e dati adeguati ad alimentarli
  • 4. 16 ottobre 2015 4 Il ruolo della politica comunitaria per la diffusione della valutazione • La valutazione ha stentato a lungo ad affermarsi in Italia • Un forte impulso è stato dato dalle politiche comunitarie, che hanno introdotto regole, processi, strumenti, metodi • (es. Evalsed: EVALSED: The resource for the evaluation of Socio-Economic Development) • Nell’ambito di un più ampio dibattito internazionale, in particolare anglosassone Obiettivi fondamentali della valutazione in ambito europeo:  Miglioramento: migliorare l’efficacia e l’efficienza degli interventi in termini di capacità di contribuire allo sviluppo  Accountability: rendere conto delle opportunità e dell’utilizzo dei fondi europei, in un’ottica di trasparenza e contrasto agli sprechi
  • 5. 16 ottobre 2015 5 Valutazione e misurazione in UE: alcune tappe di un percorso “in corso” • 1976: prima valutazione realizzata sul FESR, 80 pagine, obiettivo: capire la destinazione degli interventi finanziati dal fondo per lo sviluppo regionale • 1994-99: introduzione della valutazione in modo sistematico all’interno dei programmi europei • 2000-06: valutazioni ex ante, in itinere, ex post dei programmi operativi con responsabilità specifiche delle autorità di gestione; • 2007-13: introdotto il “principio di proporzionalità”, valutazioni basate sui bisogni degli stati e delle Regioni; rafforzamento della valutazione come strumento manageriale collegato al ciclo di policy; introdotti anche i “core indicators”, misure basilari di output e outcome per aggregazioni e comparazioni • 2014-20: maggiore attenzione agli indicatori di risultato; lista di “common indicators”  obiettivo, sommare i contributi degli Stati Membri per ottenere misure riferibili al complesso dell’intervento cofinanziato  Grande attenzione sulla quantificazione dei risultati, ma ancora alcuni limiti significativi  I nuovi regolamenti prevedono l’introduzione di un portale web unico per le politiche comunitarie in ogni Stato membro: quali contenuti?
  • 6. 16 ottobre 2015 6 Quali indicatori per una corretta valutazione? Molta attenzione allo sviluppo e raccolta di indicatori comuni e specifici per ciascun programma Ma ancora alcuni disallineamenti metodologici, e alcuni problemi pratici per la qualità dei dati Principalmente tre categorie di indicatori: - Indicatori gestionali Es. livello di spesa; valori cumulati degli output realizzati - Indicatori di output/prodotto/realizzazione Def: i prodotti diretti dei programmi/interventi Es. km di strada/ferrovia - Indicatori di outcome/risultato Def: Ciò che si intende modificare grazie al contributo dell’intervento pubblico, in termini di benessere e progresso per le persone Es. Il tempo necessario per viaggiare da W a Y ad una velocità media (ambito mobilità)
  • 7. 16 ottobre 2015 7 Indicatori comuni per il 2014-20: alcuni esempi e limiti (FESR reg. 1301/13) Non output ma outcome Come si misurano? Chi raccoglie i dati?
  • 8. 16 ottobre 2015 8 Esempio di indicatori comuni FSE (Reg. 1304/2013) • Sono indicatori di processo, non di prodotto • Quale significatività dell’indicatore “numero di progetti”, in termini di comparabilità? • E’ però un indicatore facile da raccogliere e su cui stimare un target atteso
  • 9. 16 ottobre 2015 9 Esempio di indicatori comuni FSE (Reg. 1304/2013) • Un lavoro di quale durata? • In quale relazione con l’intervento formativo? • …
  • 10. 16 ottobre 2015 10 Aggregare i dati a livello europeo è complesso: Risultati (preliminari) della politica di coesione 2007-13 FESR: • 200.000 progetti di PMI • 80.000 imprese in fase di avviamento • Banda larga a 5 milioni di persone • 5,5 milioni di persone incluse nei servizi di trattamento delle acque reflue • Cofinanziamento della costruzione di 3000 km di reti di trasporto europee FSE: • 5.7 milioni di persone aiutate a trovare lavoro, • 8.6 milioni ad ottenere una qualificazione • Contributo alla creazione di 400,000 start-up/auto impiego (Fonte: Sixth Report On on Economic, Social and Territorial Cohesion) http://ec.europa.eu/regional_policy/en/information/publications/reports/2014/6th -report-on-economic-social-and-territorial-cohesion)
  • 11. 16 ottobre 2015 11 Dove si trovano le evidenze di questi risultati? Una molteplicità di fonti e livelli di informazione: • Nel sistema di monitoraggio europeo ed in quelli dei 28 stati e delle 277 regioni • Nei Rapporti Annuali di Implementazione (AIR), obbligatori per ogni Programma operativo a cura dell’Autorità di gestione • Nei rapporti di valutazione ex ante, in itinere, ex post dei PO  Tra il 2007 e il 2013 sono state promosse 821 valutazioni dei PO FESR e 721 valutazioni dei PO FSE • Nelle valutazioni promosse dalla DG Regio (11 valutazioni ex post attualmente in corso) • Nei documenti e nelle informazioni di singoli progetti e beneficiari  Da qualche anno, primi tentativi di aggregazione delle informazioni nei portali web dei Paesi membri e nel portale della DG Regio
  • 12. Accountability negli Stati membri: le esperienze di Galles, Grecia e Finlandia
  • 13. 16 ottobre 2015 13 I portali nazionali • Attivazione di portali web nazionali che raccolgono informazioni e dati sui programmi operativi, a diversi livelli di complessità e dettaglio:  Reg. 1303/2013: Garantire la creazione di un sito web unico o di un portale web unico che fornisca informazioni su tutti i programmi operativi di uno Stato membro e sull’accesso agli stessi  Pubblicizzare pressi i cittadini dell’Unione il ruolo e le realizzazioni della politica di coesione e dei fondi mediante azioni di informazione e comunicazione sui risultati e sull’impatto degli accordi di partenariato, dei programmi operativi e delle operazioni  Mantenere ai fini di trasparenza un elenco delle operazioni suddivise per programma operativo e fondo (foglio elettronico)
  • 14. 16 ottobre 2015 14 Cosa contengono: il portale del Galles Informazioni su i progetti finanziati Talvolta inclusi target e risultati raggiunti Assistenza a coloro che vogliono presentare un progetto http://wefo.gov.wales/?lang=en
  • 15. 16 ottobre 2015 15 Cosa contengono: il portale della Grecia http://www.anaptyxi.gov.gr/ Dati finanziari dal sistema di monitoraggio Aggiornamento dal sistema di monitoraggio Informazioni sui progetti, con risultati (se descritti dai beneficiari) Informazioni aggiuntive ove richieste vengono sottoposte alle AdG
  • 16. 16 ottobre 2015 16 Cosa contengono: il portale della Finlandia (eura2007.fi; eura2014.fi) Obiettivo: rendere pubbliche le informazioni relative ai progetti finanziati Informazioni contenute 2007-2013 2014-2020 anagrafica di progetto, partner, aree geografiche coinvolte, gruppi target, il finanziamento ricevuto; in alcuni casi, valore degli indicatori effettivamente raggiunti comunicazione del progetto e diffusione delle buone pratiche rispetto dell’uguaglianza di genere sintesi della relazione finale principi di sviluppo sostenibile https://www.eura2014.fi/rrtiepa/ (2014) https://www.eura2007.fi/rrtiepa/ (2007)
  • 17. Uno sguardo oltre oceano: Medicare.gov – Hospital Compare
  • 18. 16 ottobre 2015 18 Medicare.gov https://data.medicare.gov/ Esplorare e scaricare i dati da medicare.gov Trovare un dottore, un ospedale, un provider o un programma
  • 19. 16 ottobre 2015 19 Medicare.gov – Hospital Compare Obiettivi: • Aiutare gli utenti a prendere decisioni su dove ricevere assistenza medica • Incoraggiare gli ospedali a migliorare la qualità dell’assistenza fornita https://data.medicare.gov/Hospital-Compare/Ambulatory-Surgical-Measures-Facility/4jcv-atw7
  • 20. Considerazioni finali
  • 21. 16 ottobre 2015 21 Considerazioni finali • I nuovi portali per le politiche di sviluppo danno un forte impulso alla trasparenza e accessibilità delle informazioni sulla politica comunitaria per i cittadini UE • Potenzialmente, costituiscono un “luogo” dove presentare i risultati in maniera aggregata e comparabile • Oggi i portali di alcuni Pesi membri mostrano • Sviluppo e completezza di informazioni generali sui programmi UE in corso • Descrizione di progetti specifici, di cosa trattano e chi riguardano • Quasi sempre, indicatori di tipo finanziario aggregati • In alcuni casi, georeferenziazione di progetti • In alcuni casi, target da raggiungere per i progetti; • Raramente, indicatori di output e outcome per i progetti • Possibilità di interazione limitata con il pubblico (risposta ad informazioni tramite infomail)
  • 22. 16 ottobre 2015 22 Considerazioni finali • Portale DG Regio • Core/common indicators “multilivello” • Georeferenziazione • Alcune limitate possibilità di feedback da parte di alcuni stakeholder • Sviluppo: benchmark tra programmi, paesi per stimolare la competizione e il “naming and shaming” • Piste di lavoro dalle esperienze USA: • Sempre maggiore apertura di dati e informazioni al grande pubblico • Indicatori non solo quantitativi ma anche qualitativi • Inclusione di feedback da parte degli utenti • Su cosa lavorare: • Su indicatori significativi, attendibili, comparabili per temi specifici • Sulla capacità di trattare ed utilizzare dati e indicatori da parte di chi realizza interventi pubblici • Come strumento di (auto)valutazione e non solo di accountability formale

Related Documents