1914-1918
Nell’impero austro- ungarico convivevano numerose etnie differenti.Di fatto Austria ed Ungheria erano d...
Fra 1911 e 1913 furonocombattute le cosiddetteguerre balcaniche;Serbia, Bulgaria e Grecia siallearono per sottrarreAlbania...
Nella penisola balcanica eranoda poco diventati indipendenti dall’impero ottomano staticome la Serbia verso i quali sia...
Le principali rivalità che determinaronolo scoppio della prima guerra mondialefurono:1) Fra Francia e Germania a seguito ...
Nel 1882 si costituisce la TRIPLICE ALLEANZA di cui fanno parte AUSTRIA, GERMANIAED ITALIA e nel 1907 laTRIPLICE INT...
28 giugno del 1914 aIlSarajevo, in Bosnia, territoriodell’impero austro-ungarico, uno studente serbo-bosniaco uccise l’ere...
http://www.youtube.com/watch?v=7BEADQb_Udg
Da guerra lampo aguerra di posizione I generali tedeschi avevano preparato una rapida guerra di ...
 In un primo momento l’Italia decise di non entrare in guerra; la maggior parte del paese era contraria all’ingresso in...
 Dopo tre anni di guerra estenuante che stava mettendo in ginocchio tutti i paesi europei coinvolti, la fine del confli...
 Gli imperi centrali tentarono di sferrare gli attacchi finali prima dell’arrivo degli americani. Così gli italiani fu...
 Crollarono i grandi imperi: quello austro-ungarico, quello russo, quello ottomano, quello tedesco. Dall’impero austro-u...
Il declino dell’EuropaAlla fine della guerra è chiaro soprattutto che le potenze europee non sono più ingrado di risolvere...
La prima guerra mondiale
of 15

La prima guerra mondiale

Published on: Mar 4, 2016
Source: www.slideshare.net


Transcripts - La prima guerra mondiale

  • 1. 1914-1918
  • 2. Nell’impero austro- ungarico convivevano numerose etnie differenti.Di fatto Austria ed Ungheria erano due paesi indipendenti, ma unitidall’obbedienza ad un unico imperatore.
  • 3. Fra 1911 e 1913 furonocombattute le cosiddetteguerre balcaniche;Serbia, Bulgaria e Grecia siallearono per sottrarreAlbania e Montenegroall’impero ottomano esubito dopo entrarono inguerra fra di loro per laspartizione di questiterritori.Inoltre nel 1908 l’imperoaustro-ungarico avevaannesso la Bosnia-Erzegovina dove viveva unconsistente numero di Serbi.
  • 4. Nella penisola balcanica eranoda poco diventati indipendenti dall’impero ottomano staticome la Serbia verso i quali sial’impero austro-ungarico sia la Russia avevano mire di conquista.
  • 5. Le principali rivalità che determinaronolo scoppio della prima guerra mondialefurono:1) Fra Francia e Germania a seguito della sconfitta francese del 1870 (a seguito della quale la Francia cedette l’Alsazia e la Lorena);2) Fra Gran Bretagna e Germania per la contesa di territori coloniali in Africa e per la superiorità economica;3) Fra Russia ed impero austro- ungarico per la contesa dei territori dell’area balcanica divenuti indipendenti dall’impero ottomano. La Russia sta infatti cercando uno sbocco sul Mediterraneo.4) Fra Italia e impero austro-ungarico, poiché i territori del Trentino-alto adige e del Venezia- Giulia erano ancora in mano austriaca;
  • 6. Nel 1882 si costituisce la TRIPLICE ALLEANZA di cui fanno parte AUSTRIA, GERMANIAED ITALIA e nel 1907 laTRIPLICE INTESA di cui fanno parte FRANCIA, GRAN BRETAGNA E RUSSIA.
  • 7. 28 giugno del 1914 aIlSarajevo, in Bosnia, territoriodell’impero austro-ungarico, uno studente serbo-bosniaco uccise l’erede altrono, arciduca FrancescoFerdinando.L’Austria accusò la Serbia diaver favorito l’attentatoree, assicuratasi l’appoggiodell’alleato imperotedesco, dichiarò guerra allaSerbia.
  • 8. http://www.youtube.com/watch?v=7BEADQb_Udg
  • 9. Da guerra lampo aguerra di posizione I generali tedeschi avevano preparato una rapida guerra di movimento: intendevano puntare direttamente alla conquista di Parigi, prima che la Russia potesse reagire. L’esercito tedesco fu però fermato lungo il fiume Marna, quello che sarà da allora il FRONTE OCCIDENTALE. Il conflitto si trasforma in una logorante guerra di posizione basata soprattutto sull’uso di artiglieria. Si scavano trincee e si costruiscono fortificazioni.
  • 10.  In un primo momento l’Italia decise di non entrare in guerra; la maggior parte del paese era contraria all’ingresso in guerra (soprattutto i socialisti ed i cattolici) ed anche il governo del liberale Giolitti era per il neutralismo. Benchè in minoranza, gl’interventisti (molti dei quali nazionalisti) organizzarono manifestazioni a favore dell’entrata in guerra. Il 23 maggio 1915 il re col sostegno della nuova maggioranza parlamentare dichiara guerra all’Austria. L’Italia cambia dunque fronte ed entra in guerra contro gli stati coi quali era stata alleata; il principale motivo è la speranza di ottenere i territori del Trentino Alto Adige, della Venezia Giulia, oltre a Fiume e alla Dalmazia.
  • 11.  Dopo tre anni di guerra estenuante che stava mettendo in ginocchio tutti i paesi europei coinvolti, la fine del conflitto sembrava ancora lontana. In quest’anno avvennero due fatti rilevanti: 1) La Russia è costretta a ritirarsi dalla guerra perché all’interno del paese è scoppiata una rivoluzione che ha portato al potere il partito comunista bolscevico, deponendo la monarchia. 2) Entrano in guerra gli Stati Uniti; ufficialmente per l’affondamento della nave Lusitania a causa di un sottomarino tedesco, ma anche perché da tempo gli interessi economici americani erano legati a quelli dei paesi europei.
  • 12.  Gli imperi centrali tentarono di sferrare gli attacchi finali prima dell’arrivo degli americani. Così gli italiani furono duramente sconfitti a Caporetto, anche perché essendosi liberati del fronte orientale contro la Russia, gli austriaci potevano concentrare a ovest i propri sforzi. http://www.youtube.com/watch?v=3h234hId Xsc Gli eserciti dell’Intesa riuscirono tuttavia a coordinare gli interventi e anche l’esercito italiano che sembrava sull’orlo del tracollo, si riorganizzò e ebbe la sua rivincita a Vittorio Veneto, dove sconfisse gli austriaci. Fra l’ottobre e il novembre del 1918 gli eserciti degli imperi centrali si arresero
  • 13.  Crollarono i grandi imperi: quello austro-ungarico, quello russo, quello ottomano, quello tedesco. Dall’impero austro-ungarico nacquero la Cecoslovacchia, l’Austria, l’Ungheria, la Iugoslavia. Da territori di Russia, Germania , impero austro-ungarico nacque la Polonia. L’Italia completò l’unità nazionale con il Trentino, l’Alto Adige, Trieste e l’Istria (ma non Fiume e la Dalmazia). In Germania venne deposto l’imperatore e nacque una repubblica. L’Alsazia e la Lorena passano alla Francia; le colonie tedesche vengono divise fra Francia, Inghilterra e Giappone. Dall’impero ottomano nacque la repubblica turca.
  • 14. Il declino dell’EuropaAlla fine della guerra è chiaro soprattutto che le potenze europee non sono più ingrado di risolvere da sole i loro problemi; infatti l’intervento degli Stati Uniti è statodeterminante. Ciò segna la fine dell’egemonia europea nel mondo.Alla conferenza di pace di Versailles del 1919 i paesi europei (Francia eInghilterra, soprattutto) sembravano più interessate ad umiliare la Germania, chenon a creare un nuovo equilibrio più duraturo.Gli europei non seguirono i consigli del presidente americano Wilson che li invitavaa seguire il principio di autodeterminazione dei popoli, secondo cui ogni nazioneavrebbe dovuto scegliere il proprio territorio e la propria forma di governo.Il declino è anche economico. Finita la guerra i paesi europei sono indebitati congli Stati Uniti e perdono il controllo dei mercati internazionali. Le colonie asiatichediventano motivo di scontro tra USA e Giappone; in India nascono i primimovimenti indipendentisti; in medio oriente sono nati: la Turchia, l’Iraq, l’ArabiaSaudita, lo Yemen.

Related Documents