Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Unione Europea Fondo Sociale Europeo P.O.N. Esperto: Prof. Sal...
<ul><li>L’educazione matematica contribuisce, insieme con tutte le altre discipline, alla formazione culturale del cittadi...
<ul><li>Il PON ha avuto la peculiarità di snocciolare i contenuti, con tecniche diverse dal solito insegnamento frontale...
<ul><li>Il laboratorio di matematica non è un luogo fisico diverso dalla classe, è piuttosto un insieme strutturato di ...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
of 21

Poniamo di giocare con_la_matematica_mod_1

Published on: Mar 4, 2016
Published in: Education      Business      Technology      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Poniamo di giocare con_la_matematica_mod_1

  • 1. Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Unione Europea Fondo Sociale Europeo P.O.N. Esperto: Prof. Salvatore SERVINO Anno Scolastico 2009-2010 Tutor: Ins. Maria SANGERMANO
  • 2. <ul><li>L’educazione matematica contribuisce, insieme con tutte le altre discipline, alla formazione culturale del cittadino, in modo da consentirgli di partecipare alla vita sociale con consapevolezza e capacità critica. </li></ul><ul><li>Nella scuola primaria è opportuno sviluppare i concetti matematici in attività didattiche significative, in cui l’alunno possa essere attivamente coinvolto e stimolato ad affrontare e risolvere problemi. </li></ul><ul><li>Un’attività didattica può essere considerata significativa se consente l’introduzione motivata di strumenti culturali per studiare fatti e fenomeni, se contribuisce alla costruzione dei loro significati e se dà senso al lavoro riflessivo su di essi. Le attività didattiche potranno essere realizzate tramite vari approcci metodologici, che coinvolgano in varia misura studenti e insegnanti, ma che dovranno dare al processo di insegnamento-apprendimento prevalentemente una caratterizzazione di tipo collettivo, impostata sull’interazione tra gli studenti e tra insegnante e studenti. </li></ul>
  • 3. <ul><li>Il PON ha avuto la peculiarità di snocciolare i contenuti, con tecniche diverse dal solito insegnamento frontale, e la capacità di sviluppare le competenze del cittadino, al cui raggiungimento concorre l’educazione matematica. Tali competenze sono ad esempio: risolvere e porsi problemi, progettare e costruire modelli di situazioni reali, operare scelte in condizioni di incertezza. La conoscenza dei linguaggi scientifici, e tra essi in primo luogo di quello matematico, si rivela sempre più essenziale per l’acquisizione di una corretta capacità di giudizio. La tecnica laboratoriale è stata l’essenza della nostra attività che ha visto gli studenti attori principali e protagonisti. </li></ul>
  • 4. <ul><li>Il laboratorio di matematica non è un luogo fisico diverso dalla classe, è piuttosto un insieme strutturato di attività volte alla costruzione di significati degli oggetti matematici. </li></ul><ul><li>Il laboratorio , quindi, coinvolge persone (studenti, esperto ed il tutor), strutture (aule), idee (progetti). </li></ul><ul><li>L’ambiente del laboratorio di matematica è in qualche modo assimilabile a quello della bottega rinascimentale, nella quale gli apprendisti imparavano facendo e vedendo fare, comunicando fra loro e con gli esperti. </li></ul><ul><li>, </li></ul>