ANNA POLITKOVSKAJA Morire per informare Le immagini della presentazione testimoniano momenti di scontro in Cecenia
La vita
<ul><li>Anna Stepanovna Politkovskaja ha ricoperto un ruolo importante nella difesa dei diritti umani dando voce al popol...
Il suo giornalismo
<ul><li>La Politkovskaja è considerata una giornalista atipica, adotta un metodo disincantato e laico di osservare e descr...
<ul><li>Libertà di criticare Putin e portare davanti agli occhi di tutti la vergognosa guerra in Cecenia (la cosiddetta “s...
<ul><li>In Cecenia, Anna sostiene le vittime civili raccontandone la sofferenza come se fosse una di loro. Rende quella te...
<ul><li>Nei suoi articoli riporta tutto: atrocità commesse dai soldati russi, ingiustizie inflitte due volte alle vittime ...
<ul><li>Nella sua stessa Russia i servizi trasmessi in tv e gli articoli pubblicati sulla maggior parte dei giornali sono ...
Il suo punto di vista
<ul><li>Vladimir Vladimirovic’ Putin e il suo regime sono la prosecuzione della peggior Urss. Dice Anna: ”Continuiamo a s...
<ul><li>La Politkovskaja pone l’attenzione su un fenomeno ancora più spaventoso: l’ignavia dei suoi connazionali contro il...
La fine di una vita
<ul><li>7 ottobre 2006 : Anna Politkovskaja viene uccisa nell’ascensore di casa sua . La data è il giorno del compleanno ...
<ul><li>“ Vedo tutto, io. E’ questo, il mio problema. Vedo le cose belle e le brutte. Vedo che le persone vogliono cambiar...
Grazie per l’attenzione ANNA POLITKOVSKAJA Morire per informare
of 16

Politkovskaja

4 Dicembre 2009: Sara Caligiuri introduce Andrea Riscassi in una serata dedicata a d Anna Politkovskaja ed tema della libertà di stampa in Russia ed in Italia
Published on: Mar 4, 2016
Published in: News & Politics      
Source: www.slideshare.net


Transcripts - Politkovskaja

  • 1. ANNA POLITKOVSKAJA Morire per informare Le immagini della presentazione testimoniano momenti di scontro in Cecenia
  • 2. La vita
  • 3. <ul><li>Anna Stepanovna Politkovskaja ha ricoperto un ruolo importante nella difesa dei diritti umani dando voce al popolo ceceno e denunciando i crimini nella Russia guidata da Putin. </li></ul>
  • 4. Il suo giornalismo
  • 5. <ul><li>La Politkovskaja è considerata una giornalista atipica, adotta un metodo disincantato e laico di osservare e descrivere il mondo. Sostiene idee che condivide, a prescindere da chi le sta pronunciando. La sua sola religione era la libertà. </li></ul>
  • 6. <ul><li>Libertà di criticare Putin e portare davanti agli occhi di tutti la vergognosa guerra in Cecenia (la cosiddetta “seconda guerra” iniziata per favorire l’ascesa di Putin al Cremlino). </li></ul>
  • 7. <ul><li>In Cecenia, Anna sostiene le vittime civili raccontandone la sofferenza come se fosse una di loro. Rende quella terra martoriata uno scenario globale, parlandone con un linguaggio universale capace di far sentire parte di quell’orrore chi legge i suoi scritti. </li></ul>
  • 8. <ul><li>Nei suoi articoli riporta tutto: atrocità commesse dai soldati russi, ingiustizie inflitte due volte alle vittime ( la prima quando le subiscono, la seconda quando i colpevoli rimangono impuniti), presunte connivenze degli ultimi due Primi Ministri ceceni, Ahmad Kadyrov e suo figlio Ramzan, entrambi sostenuti e protetti da Mosca. </li></ul>
  • 9. <ul><li>Nella sua stessa Russia i servizi trasmessi in tv e gli articoli pubblicati sulla maggior parte dei giornali sono quasi tutti di stampo ideologico. </li></ul>
  • 10. Il suo punto di vista
  • 11. <ul><li>Vladimir Vladimirovic’ Putin e il suo regime sono la prosecuzione della peggior Urss. Dice Anna: ”Continuiamo a seminare Putin per raccogliere Stalin”. </li></ul>
  • 12. <ul><li>La Politkovskaja pone l’attenzione su un fenomeno ancora più spaventoso: l’ignavia dei suoi connazionali contro il rinascente regime. Anna giunge alla conclusione che la risposta starebbe nel nostro codice genetico: ”Eravamo e siamo creature fisicamente deboli, costrette ad aggregarsi per sopravvivere, guidate da un capo. La democrazia è fragile per questo: centinaia di migliaia di anni di storia evolutiva non si cancellano in due migliaia di anni di civilizzazione” . </li></ul>
  • 13. La fine di una vita
  • 14. <ul><li>7 ottobre 2006 : Anna Politkovskaja viene uccisa nell’ascensore di casa sua . La data è il giorno del compleanno di Putin, non è un giorno a caso. Gli assassini e i mandanti sono ancora avvolti nel mistero. </li></ul>
  • 15. <ul><li>“ Vedo tutto, io. E’ questo, il mio problema. Vedo le cose belle e le brutte. Vedo che le persone vogliono cambiare la propria vita per il meglio ma che non sono in grado di farlo, e che per darsi un contegno continuano a mentire a se stesse per prime, concentrandosi sulle cose positive e facendo finta che le negative non esistano. Per il mio sistema di valori, è la posizione del fungo che si nasconde sotto la foglia. Lo troveranno comunque, è praticamente certo, lo raccoglieranno e se lo mangeranno. Per questo, se si è nati uomini non bisogna fare i funghi.” </li></ul>
  • 16. Grazie per l’attenzione ANNA POLITKOVSKAJA Morire per informare

Related Documents